venerdì - 24 Maggio - 2024
HomeCuriositàÈ corretto dire: Dio ti benedica?

È corretto dire: Dio ti benedica?

Spesso sentiamo “Dio ti benedica” o semplicemente “benedizione a te”, è corretto? Esiste un fondamento biblico? Vedremo che lo è, ma deve essere fatto correttamente.

ETIMOLOGIA: la parola “ benedizione” deriva dal latino beneditio, beneditionis, cioè è composta da bene (buono) e dicere (dire), quindi benedire è “dire bene” a qualcuno.

FONDAMENTO BIBLICO: lo troviamo in Numeri 6,22-27 , dove dice espressamente così:

Il Signore comandò a Mosè: “Di ‘ad Aaronne e ai suoi figli di benedire gli Israeliti con queste parole:’ Il Signore ti benedica e ti protegga; possa il Signore guardarti con piacere ed estenderti il ​​suo amore; il Signore vi mostri il suo favore e vi conceda la pace ”. Così invocheranno il mio nome sugli Israeliti, perché io li benedica ».

Da ciò possiamo concludere che l’azione della benedizione appartiene a Dio, non all’uomo. Quando qualcuno benedice (un papà, una mamma, un amico) dovrebbe sempre fare riferimento a Dio. Non possiamo banalizzare, né farne uno slogan per dire “benedizioni”, ma così facendo dobbiamo sempre menzionare il soggetto della benedizione: Dio. La cosa corretta quindi è “Dio ti benedica”, “il Signore ti benedica”, non solo “benedizioni”.

La benedizione quindi non è un semplice “in bocca al lupo”, ma piuttosto chiedere a Dio di accompagnare, proteggere … benedire quella persona a cui lo indirizziamo.

Dio ti benedica!

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO!

Se stai leggendo questo articolo, è grazie alla tua generosità e a quella di molte altre persone come te. Puoi contribuire con una piccola donazione alla crescita di Gesù è tra noi.

Rimani connesso iscriviti al canale

-

Più popolari

-

Preghiere più lette

-