lunedì - 22 Luglio - 2024
HomeStorieLa storia di Padre Pio: il santo con le stimmate

La storia di Padre Pio: il santo con le stimmate

La storia di Padre Pio

In questo articolo potrete conoscere un po’ di più sulla storia di Padre Pio o San Padre Pio. Vi racconteremo dei sui miracoli e del rapporto speciale con Dio.

Alla fine del testo indicheremo a coloro che desiderano connettersi ancora di più con questo santo, dei libri molto interessanti, affinché possiate invocarlo di intercedere per la vostra famiglia per proteggerla da ogni male.

Chi era San Padre Pio?

Padre Pio è nato il 25 maggio 1887 a Pietrelcina in provincia di Benevento. Fin da giovane ha dimostrato la sua vocazione e intimità con Dio. Era il tipo di bambino a cui non mancava una missione o una preghiera. All’età di 15 anni inizia il processo per diventare sacerdote. Nel 1910 fu ordinato sacerdote.

Padre Pio è sempre stato un grande ammiratore della Madonna e di San Francesco d’Assisi.  A poco a poco, Padre Pio si rese conto di quale fosse la sua missione. Dio voleva che alleviasse le sofferenze del suo popolo. Il modo naturale, allora, era quello di dedicarsi al Ministero della Confessione. Così, cercò di alleviare il dolore e calmare i cuori degli uomini e delle donne.

La sua reputazione di buon confessore era una scelta. Ha trascorso fino a otto ore all’interno del confessionale. La sua vita di sacerdote “normale”, tuttavia, era cambiata dopo un evento mistico. Nel 1918, poco prima di celebrare una Messa, Padre Pio ricevette le stimmate. Le cinque ferite lo accompagnarono per i successivi 50 anni del suo ministero e scomparvero solo poco prima della sua morte. Le ferite sanguinavano di più durante le celebrazioni eucaristiche. Per i teologi questo è un chiaro segno di unità nel sacrificio di Cristo.

La sua fama cominciò a diffondersi in tutto il mondo e la piccola città in cui viveva il sacerdote cominciò a ricevere lettere da tutti gli angoli del pianeta. C’erano migliaia di lettere inviate ogni anno.

Una vita piena di dolore

La sua vita era afflitta da tutti i tipi di malattie. Soffriva di gastrite, febbre tifoide, tubercolosi, bronchite, ernie, rinite, e otite tra gli altri disturbi. Le sue malattie iniziarono contemporaneamente alle sue visioni e sebbene trascorse una parte considerevole della sua vita malato, la sua vita spirituale fu prolifica come le sue malattie.

Uno dei suoi dolori più intensi era quello delle stimmate, non solo per il dolore fisico, ma per la vergogna di avere un segno fisico di santità.

Padre Pio morì il 23 settembre 1968 all’età di 81 anni a San Giovanni Rotondo, Foggia, dove trascorse la maggior parte della sua vita. È stato beatificato il 2 maggio 1999 e canonizzato il 16 giugno 2002 da Papa Giovanni Paolo II a Roma.

Storia di Padre Pio: le stimmate

La storia di Padre Pio
flickr.com: Jornal O Bom Católico

Sebbene si sapesse che fin dall’infanzia possedeva un’anima totalmente spirituale e che aveva avuto molte apparizioni divine, le stimmate erano ciò che gli dava fama, stimmate che erano visibili nel suo corpo e che mantenne per 50 anni.

L’apparizione delle stimmate fu narrata dallo stesso Padre Pio che raccontò così: “Nel 1918 una mattina del 20 settembre, ero in preghiera della liturgia, quando apparve una luce brillante, fu Gesù, che versò sangue da tutte le parti, sembravano raggi laceranti che si muovevano dal suo corpo ferito al mio, e le ferite cominciarono a farsi nelle mie mani, i piedi e il mio fianco. All’improvviso sono tornato in me, ero già sul pavimento con le piaghe da cui scorreva il sangue all’infinito, sentivo che stavo morendo ma Dio è venuto a trattenere il mio cuore che batteva forte dentro il mio petto. Sono andato nella mia cella e mi sono preso una pausa. Mentre pregavo, ho visto le mie piaghe che sollevavano canti di ringraziamento a Dio“.

La notizia delle stimmate di Padre Pio non tardò ad arrivare, e in meno di quanto si immaginasse, decine di persone vennero a San Giovanni Rotondo per vederlo, gli baciarono le mani e parteciparono alle sue messe.

Nella storia della chiesa, Padre Pio fu il primo ad avere delle stimmate. È importante ricordare che le stimmate di Padre Pio, scomparse pochi giorni prima della sua morte, non hanno lasciato alcuna cicatrice che potesse servire da riferimento. Solo le testimonianze di fotografie, e le persone che lo conoscevano possono certificare il fatto.

I miracoli

Padre Pio è l’unico sacerdote nella storia della Chiesa che ha avuto le stimmate. Questo, di per sé, mostra già quanto sia forte questo Santo con Dio. Le stimmate erano lì in modo che tutte le persone potessero vedere che Cristo vive nei suoi santi.

Il miracolo della monaca Lucia

Lucia era una suora che soffriva di diabete da tempo ed era in una fase molto grave, per cercare di aiutarla le fu chiesto di bere molta acqua per far si che sì sentisse sollevata.

Ma da un momento all’altro smise di avere sete e disse alla madre superiora che voleva andare a pregare nella cappella.

A causa della sua gravità, la madre superiora pensò che il suo desiderio di andare a pregare fosse dovuto al fatto che il momento della sua partenza era vicino. Suor Lucia in realtà confermò questo pensiero quando le disse: “Madre, Padre Pio è venuto a trovarmi, morirò molto presto, mi ha detto che nessun medico può curarmi”.

Con l’aiuto di due sorelle andò in cappella e non chiese ma di avere acqua, cosa molto strana, perché a causa del diabete chiedeva sempre di avere acqua da bere.
Quando finisce le sue preghiere, torna nella sua piccola stanza, per un attimo sembrava che stesse per svenire, poi le suore chiamano il sacerdote e tentarono di darle dell’acqua, ma lei semplicemente non lo accetta.

Da un momento all’altro e con un grande sorriso aprì gli occhi, si sedette sul letto e la cosa successiva che disse fu: “Padre Pio mi ha parlato e mi ha detto che sono guarita, mi ha detto di alzarmi e di andare a trovarlo per ringraziare insieme Dio Padre”.

Il miracolo a Gaspare di Prazzo

Quest’uomo soffriva di febbre mediterranea che è caratterizzata da frequenti episodi febbrili, insieme a peritonite o pleurite.

Una donna che conosceva Padre Pio e le guarigioni di intercessione che divennero così popolari, decise di parlare di lui al signor Gaspare di Prazzo, dicendogli di invocarlo per un aiuto per guarirlo, fornendogli anche un’immagine del Padre.

Il signor Gaspare di Prazzo, avendo tra le mani l’immagine di Padre Pio, la baciò subito implorando la sua intercessione. Passarono alcuni giorni e improvvisamente un pomeriggio il signor Gaspare, parlò con la moglie e le diede precise indicazioni. Padre Pio stava per arrivare e non voleva che nessuno lo vedesse.

Di notte il signor Gaspare disse alla moglie di spegnere le luci perché Padre Pio stava per arrivare e non voleva che nessun altro lo vedesse. Così donna fece, spense le luci e poi senti il marito dire: “Padre Pio, è venuto a guarirmi?, la ringrazio, metta le sue mani su tutto il mio corpo, non ce la faccio più e non voglio lasciare mia moglie sola”.

Era passato un po’ di tempo, la donna chiese al marito se poteva accendere la luce e Gaspare rispose: “Non ancora, perché Padre Pio non è ancora andato via, è ancora qui con me”.

Dopo dieci minuti, il marito le disse che poteva accendere le luci, poiché Padre Pio era  uscito. Nel momento in cui la moglie accese la luce, arrivarono la sorella di Gaspare e il medico che lo curava. Gaspare aveva un bell’aspetto e disse che Padre Pio gli aveva detto di confessarsi tutti i giorni. Il medico notò un cambiamento molto evidente nella salute del paziente, la febbre era molto diminuita.

Il giorno dopo il signor Gaspare non aveva più la febbre e non ne soffrì più.

Il miracolo di Gemma

Il 24 dicembre 1939 nacque Gemma, purtroppo i suoi occhi non riuscivano a vedere la luce del giorno perché era completamente cieca. La madre la portò da diversi specialisti, ma Gemma non aveva le pupille. Non c’era soluzione, Gemma non poteva vedere.

La sua famiglia era religiosa, la portavano costantemente in chiesa per pregare Maria. Erano parenti di una giovane suora che conosceva Padre Pio e le sue miracolose intercessioni per la guarigione, disse alla famiglia di cercarlo. Era un raggio di speranza per tutta la famiglia e così hanno fatto.

La suora scrisse a Padre Pio raccontandogli della piccola Gemma e gli chiede di intercedere per lei. Una notte, in sogno, la suora vede Padre Pio che le chiede: “Chi è quella Gemma per la quale tutti offrono le loro preghiere?”. Lo stesso giorno la suora lo disse alla bambina e allungò la mano per farle il segno della croce negli occhi.

Il giorno dopo ricevette una risposta da Padre Pio, in una lettera che diceva: “Cara figlia, stai tranquilla, pregherò per Gemma, con i miei migliori auguri”. Contattò subito la famiglia per andare subito a trovare Padre Pio. Otto anni dopo, la nonna e la bambina si misero in viaggio per andare ad incontrare Padre Pio. Durante il viaggio la nonna prego perché il miracolo avvenisse e il miracolo che tanto attendevano finalmente arrivò.

Gemma, racconta alla nonna che ha visto il mare e una barca e la sorpresa è stata enorme, sono rimasti così sorpresi che hanno iniziato a pregare.

L’elenco dei miracoli di Padre Pio continua all’infinito, ma questi sono i più riconosciuti e i più popolari.

Padre Pio: il miracolo della Bilocazione

Ora, parliamo dei miracoli della bilocazione di San Padre Pio, cioè quando si trovava in due luoghi contemporaneamente con l’intenzione di svolgere una missione.

Un medico ateo è nella sua auto da solo quando improvvisamente un frate appare sul sedile del passeggero. Era Padre Pio, e disse al medico esattamente la malattia che il suo paziente aveva e cosa doveva fare per curarlo. Spaventato da quell’apparizione il medico decise di fare gli esami per sapere se quello che il sacerdote gli aveva detto era vero. Si, la descrizione era stata perfetta e il paziente è guarito seguendo l’esatto trattamento indicato da Padre Pio.

Quello che succede dopo è qualcosa di molto sorprendente. Il medico che fino ad allora non sapeva chi fosse Padre Pio, vede una foto e scopre chi era frate apparso nella sua auto. Immediatamente va alla chiesa di Padre Pio e, dopo averlo trovato, sente il frate che scherza con queste parole: “Che bel dottore sei eh?! Hai bisogno del mio aiuto per guarire i pazienti”. Il dottore si è convertito.

Questa è solo una storia delle tante su episodi di bilocazione attribuiti a Padre Pio.

Scopri di più sulla storia di Padre Pio

Se vuoi conoscere in profondità la sua storia, i suoi miracoli e insegnamenti, ti consigliamo di leggere il Libro che racconta in dettaglio la sua intera vita e la sua connessione divina, qui sotto.

Nessun prodotto trovato.

Qui sotto invece, troverai un libro di Roberto Allegri con testimoni che raccontano i prodigi di Padre Pio. Il libro ha come titolo la celebre frase che disse il frate pochi giorni prima di morire: «Farò più rumore da morto che da vivo».

Nessun prodotto trovato.

Questi due testi ti faranno capire come puoi avvicinarti e contare sull’aiuto del Santo, per proteggere te e la tua famiglia da ogni male e portare molta luce, pace e armonia nella tua casa.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO!

Se stai leggendo questo articolo, è grazie alla tua generosità e a quella di molte altre persone come te. Puoi contribuire con una piccola donazione alla crescita di Gesù è tra noi.

Rimani connesso iscriviti al canale

-

Più popolari

-

Preghiere più lette

-