lunedì - 22 Luglio - 2024
HomeVangelo e ParaboleLe ultime 7 frasi di Gesù

Le ultime 7 frasi di Gesù

Queste sono le ultime 7 cose che Gesù disse prima di morire sulla croce per i nostri peccati.

Una parola di preghiera

Padre perdona “loro perché non sanno quello che fanno”. Luca 23:34

Quali profonde parole dalle labbra di uno che ci ha insegnato a benedire coloro che ci perseguitano e a perdonare i nostri debitori (Matteo 6:12) Invece di “distruggere” o “giudicare”, Gesù chiede perdono. Sta pregando per i suoi tormentatori e allo stesso tempo sta morendo per loro. Mentre il sangue scorre dalle sue ferite, il perdono scorre dalle sue parole. Sei stato veramente perdonato per i tuoi peccati? Hai perdonato chi ti ha ferito? Prenditi un momento e soffermati qui sulla croce per pregare per la grazia soprannaturale del perdono di Cristo.

Una parola di perdono

“Oggi sarai con me in paradiso” Luca 23:43

Questo rivoltante, reprobo ladro diventa l’unica persona sulla scena della crocifissione a confessare apertamente Gesù come “Signore”. Dal suo albero della morte implora per la vita. Mentre il suo corpo spezzato era sospeso in aria, il suo cuore spezzato si inchinò profondamente davanti al Signore della Gloria. Che tipo di postura di preghiera riflette il tuo cuore. Quando finalmente saremo alla fine di noi stessi, vedremo l’opera perfetta del glorioso Salvatore per noi. Avrai fiducia in Lui oggi come tuo salvatore e Signore?

Una parola di paternità

‘… Disse a sua madre: Donna, ecco tuo figlio! Poi disse al discepolo: Ecco tua madre! Giovanni 19: 26,27

Che si tratti di un soldato morente o di un condannato a morte, le ultime parole sono quasi sempre una chiamata per la madre. Lei occupa un posto speciale nel cuore di suo figlio, ma quando Gesù muore, le sue ultime parole rivolte a sua madre sono divinamente diverse. Nel crogiolo del suo più grande dolore e sofferenza, mostra una profonda cura paterna per il dolore e la sofferenza delle sue madri. Invece di invocare sollievo da lei, Gesù le rivolge parole di benedizione e cura. Mentre il sangue scorre dalle sue ferite, la vita scorre dalle sue parole mentre si prende cura di Maria sua madre terrena e di Giovanni suo amato discepolo. Prega oggi che il Signore usi il tuo dolore come un modo per confortare e benedire qualcun altro nella tua vita, e guardalo lavorare!

Una parola di dolore

“Dio mio, Dio mio perché mi hai abbandonato?” Matteo 27:46

Il quarto detto di Gesù Cristo dalla croce incarna il dolore e l’inferno più intensi mai sofferti. Galati 3:13 dice “Cristo ci ha redenti dalla maledizione della legge, essendo stato reso una maledizione per noi: poiché è scritto, Maledetto è chiunque è appeso a un albero” Sapevi che il dolore e le tenebre che Gesù sopportò questo momento era il tuo dolore e la tua oscurità. Oggi, ti fiderai di Cristo come tuo salvatore e della guarigione che offre? Lui solo sente il tuo dolore e può trasformare la tua vita. Ricevi la Sua perfetta offerta di salvezza.

Una parola di passione

“Ho sete” Giovanni 19:28

Qui Alla croce sospesa sull’orlo della morte, sentiamo la fonte di “Acqua viva” gridare “Ho sete”. Avendo sperimentato un intenso livello di dolore prima della Sua crocifissione, l’Uomo dei Dolori deve ora sopportare un’agonia maggiore sull’Albero della Morte. Era un dolore fisico così noto che la parola “straziante” deriva dalla parola latina “crucis”, che significa “croce” o “croce”. Eppure la più breve delle sette affermazioni della Croce, pronunciata con queste due parole, “Ho sete”, era l’unica dichiarazione in cui Gesù si riferisce al Suo disagio. Questa piccola affermazione molto affascinante riassume gran parte di ciò che viene comunemente chiamato “Passione di Cristo”. Ringrazia Gesù oggi per la “sete” che ha sperimentato in modo che potessimo essere soddisfatti e non avere mai più sete!

Una parola di perfezione

“È finito” Giovanni 19:30

Qui Gesù proclama la vittoria sul peccato e sulla morte! È appeso all’albero della morte così possiamo mangiare dell’albero della vita. ‘Il velo è strappato, è nata una nuova vita e l’uomo è stato liberato. Ora la vita è qui e la speranza è reale grazie a quell’aspro albero ». Anche con tutti i nostri sforzi morali e le buone azioni, è impossibile superare l’opera perfetta di Cristo sulla Croce. Tuttavia, in nome della religione, l’umanità cerca di guadagnarsi il favore di Dio che potrebbe essere guadagnato solo con l’opera “finita” di Cristo. Gesù ha pagato tutto! Piegherai il tuo cuore a Lui e, per fede, confiderai nella Sua opera di salvezza finita? Lascia che la Sua opera finita sia il tuo nuovo inizio!

Una parola di pace

‘Nelle tue mani affido il mio spirito’ Luca 23:46

Le mani del Figlio di Dio sono inchiodate all’Albero della Morte e per tutto il tempo cede la Sua vita nelle mani di Suo Padre. Le sue mani e i suoi piedi sono eternamente coinvolti nella nostra salvezza. Quale modo migliore di vivere e morire se non nel luogo perfetto delle mani del Padre. La guerra è finita, la battaglia è vinta. Il Principe della Pace ora “riposa in pace”. La tua vita è segnata dalla sua pace perfetta? Consegnerai la tua vita nelle potenti mani di Dio e avrai fiducia in Gesù Cristo come tuo salvatore? Puoi sperimentare la Sua pace duratura oggi.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO!

Se stai leggendo questo articolo, è grazie alla tua generosità e a quella di molte altre persone come te. Puoi contribuire con una piccola donazione alla crescita di Gesù è tra noi.

Rimani connesso iscriviti al canale

-

Più popolari

-

Preghiere più lette

-