venerdì - 23 Febbraio - 2024
HomeVangelo e Parabole36 Incredibili miracoli compiuti da Gesù - 3^ PARTE

36 Incredibili miracoli compiuti da Gesù – 3^ PARTE

19. Gesù sfama 5.000 uomini e le loro famiglie

Nel tardo pomeriggio i Dodici andarono da lui e gli dissero: “Manda via la folla in modo che possano andare nei villaggi e nelle campagne circostanti e trovare cibo e alloggio, perché qui siamo in un luogo remoto”.

Lui rispose: “Dai loro qualcosa da mangiare”. Risposero: “Abbiamo solo cinque pagnotte di pane e due pesci, a meno che non andiamo a comprare da mangiare per tutta questa folla”. (C’erano circa cinquemila uomini). Ma disse ai suoi discepoli: “Invitali a sedersi in gruppi di circa cinquanta ciascuno”. I discepoli lo fecero e tutti si sedettero. Prese i cinque pani e i due pesci e alzò gli occhi al cielo, rese grazie e li spezzò. Quindi li diede ai discepoli perché li distribuissero al popolo. Mangiarono tutti e furono saziati, ei discepoli raccolsero dodici ceste piene di pezzi rotti che erano rimasti. ~ Luca 9: 12-17 Matteo 14: 13-21, Marco 6: 30-44 e Giovanni 6:

20. Gesù cammina sull’acqua

Quando venne la sera, i suoi discepoli scesero al lago, dove salirono su una barca e si avviarono attraverso il lago verso Cafarnao. Ormai era buio e Gesù non si era ancora unito a loro. Soffiava un forte vento e le acque si facevano agitate. Dopo aver remato per circa tre o quattro miglia, videro Gesù avvicinarsi alla barca, camminando sull’acqua; ed erano spaventati. Ma lui disse loro: “Sono io; non aver paura. ” Allora vollero prenderlo sulla barca e subito la barca raggiunse la riva dove erano diretti. ~ Giovanni 6: 16-21 descritto anche in Matteo 14: 22-33 e Marco 6: 45-52

21. Gesù guarisce molti ammalati a Genesaret

Quando ebbero attraversato, sbarcarono a Gennesaret. E quando gli uomini di quel luogo riconobbero Gesù, lo mandarono a dire a tutto il paese circostante. Le persone gli portavano tutti i loro malati e lo pregavano di lasciare che i malati toccassero solo il lembo del suo mantello, e tutti quelli che lo toccavano venivano guariti. ~ Matteo 14: 34-36 descritto anche in Marco 6: 53-56

22. Gesù guarisce una ragazza posseduta da demoni

Gesù lasciò quel luogo e andò nelle vicinanze di Tiro. Entrò in una casa e non voleva che nessuno lo sapesse; tuttavia non poteva mantenere segreta la sua presenza. Infatti, appena seppe di lui, una donna la cui figlioletta era posseduta da uno spirito impuro venne e cadde ai suoi piedi. La donna era una greca, nata nella Fenicia siriana. Ha implorato Gesù di scacciare il demone da sua figlia. “Prima lascia che i bambini mangino tutto quello che vogliono”, le disse, “perché non è giusto prendere il pane dei bambini e gettarlo ai cani”. “Signore”, rispose, “anche i cani sotto il tavolo mangiano le briciole dei bambini”. Poi le disse: “Per una risposta del genere, puoi andare; il demone ha lasciato tua figlia. ” Andò a casa e trovò suo figlio sdraiato sul letto e il demone se n’era andato. ~ Marco 7: 24-30

23. Gesù guarisce un uomo sordo con difficoltà di linguaggio

Quindi Gesù lasciò le vicinanze di Tiro e attraversò Sidone, giù fino al Mar di Galilea e nella regione della Decapoli. Là alcune persone gli portarono un uomo che era sordo e riusciva a malapena a parlare, e pregarono Gesù di mettergli la mano. Dopo averlo preso da parte, lontano dalla folla, Gesù mise le sue dita nelle orecchie dell’uomo. Poi sputò e toccò la lingua dell’uomo. Alzò gli occhi al cielo e con un profondo sospiro gli disse: “Ephphatha!” (che significa “Sii aperto!”). A questo, l’uomo si aprì le orecchie, la sua lingua fu sciolta e cominciò a parlare chiaramente. Gesù comandò loro di non dirlo a nessuno. Ma più lo faceva, più continuavano a parlarne. La gente era sopraffatta dallo stupore. “Ha fatto tutto bene”, hanno detto. “Fa persino sentire i sordi e parlare i muti.” ~ Marco 7: 31-37

24. Gesù sfama 4.000

Gesù chiamò i suoi discepoli e disse: “Ho compassione per queste persone; sono già con me da tre giorni e non hanno da mangiare. Non voglio mandarli via affamati, o potrebbero crollare per strada “. I suoi discepoli risposero: “Dove possiamo trovare abbastanza pane in questo luogo remoto per sfamare una tale folla?” “Quante pagnotte hai?” Chiese Gesù. “Sette”, risposero, “e alcuni pesciolini”. Ha detto alla folla di sedersi per terra. Poi prese i sette pani e il pesce e, dopo aver reso grazie, li spezzò e li diede ai discepoli, che a loro volta li rese al popolo. Mangiarono tutti e furono soddisfatti. In seguito i discepoli raccolsero sette ceste piene di pezzi rotti che erano rimasti. Il numero di coloro che mangiavano era di quattromila uomini, oltre a donne e bambini. ~ Matteo 15: 32-38 descritto anche in Marco 8: 1-13

25. Gesù guarisce un cieco a Betsaida

Andarono a Betsaida e alcune persone portarono un cieco e implorarono Gesù di toccarlo. Prese il cieco per mano e lo condusse fuori dal villaggio. Quando aveva sputato sugli occhi dell’uomo e gli aveva messo le mani addosso, Gesù gli chiese: “Vedi qualcosa?” Alzò lo sguardo e disse: “Vedo delle persone; sembrano alberi che camminano. ” Ancora una volta Gesù pose le sue mani sugli occhi dell’uomo. Poi i suoi occhi furono aperti, la sua vista fu ripristinata e vide tutto chiaramente. Gesù lo mandò a casa dicendo: “Non entrare nemmeno nel villaggio”. ~ Marco 8: 22-26

26. Gesù guarisce un uomo nato cieco

Mentre camminava, vide un uomo cieco dalla nascita. I suoi discepoli gli chiesero: “Rabbi, chi ha peccato, quest’uomo oi suoi genitori, che è nato cieco?” “Né quest’uomo né i suoi genitori peccarono”, disse Gesù, “ma questo accadde affinché le opere di Dio potessero essere manifestate in lui. Finché è giorno, dobbiamo fare le opere di colui che mi ha mandato. Sta arrivando la notte, quando nessuno può lavorare. Finché sono nel mondo, sono la luce del mondo. ”

Detto questo, sputò per terra, fece del fango con la saliva e lo mise sugli occhi dell’uomo. “Va ‘”, gli disse, “lavati nella Piscina di Siloe” (questa parola significa “Inviato”). Così l’uomo andò, si lavò e tornò a casa a vedere. I suoi vicini e coloro che lo avevano visto in precedenza mendicare chiesero: “Non è lo stesso uomo che era solito sedersi e mendicare?” Alcuni affermavano che lo fosse. Altri dicevano: “No, assomiglia solo a lui. “Ma lui stesso ha insistito:” Io sono l’uomo “. “Allora come sono stati aperti i tuoi occhi?” hanno chiesto. Egli rispose: “L’uomo che chiamano Gesù ha fatto del fango e me lo ha messo sugli occhi. Mi ha detto di andare a Siloe e lavarmi. Così sono andato a lavarmi, e poi ho potuto vedere “. ~ Giovanni 9: 1-11

27. Gesù guarisce un ragazzo posseduto da un demone

Il giorno dopo, quando scesero dalla montagna, lo incontrò una grande folla. Un uomo tra la folla gridò: “Maestro, ti prego di guardare mio figlio, perché è il mio unico figlio. Uno spirito lo afferra e all’improvviso urla; lo getta in convulsioni così che ha la schiuma alla bocca. Non lo lascia quasi mai e lo sta distruggendo. Ho pregato i tuoi discepoli di scacciarlo, ma non ci sono riusciti “. “Tu generazione incredula e perversa”, rispose Gesù, “per quanto tempo starò con te e ti sopporterò? Porta qui tuo figlio. ” Anche mentre il ragazzo stava arrivando, il demone lo gettò a terra in preda alle convulsioni. Ma Gesù rimproverò lo spirito impuro, guarì il ragazzo e lo restituì a suo padre. E tutti furono stupiti dalla grandezza di Dio. ~ Luca 9: 37-43 descritto anche in Matteo 17: 14-20 e Marco 9: 14-29

Clicca nei seguenti link se vuoi leggere la 1^ parte2^ parte4^ parte

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO!

Se stai leggendo questo articolo, è grazie alla tua generosità e a quella di molte altre persone come te. Puoi contribuire con una piccola donazione alla crescita di Gesù è tra noi.

Rimani connesso iscriviti al canale

-

Più popolari

-

Preghiere più lette

-