giovedì - 22 Febbraio - 2024
HomeStorieUna di quelle storie che non ha altro nome se non il...

Una di quelle storie che non ha altro nome se non il miracolo

Oggi voglio condividere con voi una storia che mi ha commosso fino alle lacrime. Perché? A causa di quanto sia chiara, forte e reale la fede; per la forza inspiegabile della preghiera fiduciosa e amorevole (che può sembrare audace) e perché questa storia è caduta come un secchio d’acqua fredda sulla mia povera fede. Come dice il padre di Joy: “Quello che è successo è stato un miracolo e non sto usando una figura letteraria”. La storia ha attirato la mia attenzione dal momento in cui ho letto il titolo e ho visto il nome della bambina: Joy. È profondamente commovente il modo in cui Dio si prende cura di noi, i suoi piccoli figli che hanno tanto bisogno di lui.

Ecco un riassunto della storia: Il 28 dicembre, Joy Laboda, una bambina di 1 anno e 7 mesi è sopravvissuta dopo aver perso il respiro e la frequenza cardiaca per circa 30 minuti dopo essere caduta in una piscina. L’incidente è avvenuto mentre la famiglia cattolica Laboda era in visita a casa dei parenti per Natale. Quando l’hanno portata in ambulanza il suo corpo era rigido e non aveva battito cardiaco. I soccorritori non erano ottimisti sulla sua sopravvivenza, temendo il peggio: il cuore di Joy non batteva da almeno 30 minuti.

Dal giorno dell’incidente, i genitori di Joy hanno creato la pagina Facebook “Pray for Joy” in cui chiedono preghiere per la guarigione della figlia e dettagliano i progressi della sua salute. Joy, nonostante sia stata in coma indotto da aver colpito cuore, cervello e polmoni, e essendosi sottoposta a un intervento chirurgico per rimuovere un coagulo di sangue, dopo due settimane è stabile e senza danni cerebrali.

“Nella prima settimana dopo l’incidente di Joy non pensavo che avrei mai più sorriso. Era così buio … ma attraverso le loro preghiere Dio ha sollevato quell’oscurità e ha portato in vita la nostra bambina. So senza dubbio che Dio ascolta e risponde veramente alle preghiere dei suoi figli. La sua gloria viene rivelata attraverso la nostra gioia, e infatti, sto sorridendo di nuovo mentre tengo in braccio il mio bambino malato, ma molto viva “, ha detto la madre della ragazza, Kristin.

È molto bello come racconta la storia dell’incidente, Matt, il padre di Joy:

“In un minuto ci siamo resi conto che mancava Joy. Nel mio cuore sapevo che c’era qualcosa di terribilmente sbagliato. Così sono corso alla piscina della proprietà e l’ho cercata tra le ombre e i pesci. Sono stato momentaneamente sollevato, ma ho sentito lo Spirito Santo dirmi di andare in piscina. Corsi lì e vidi Joy galleggiare sull’acqua. Ho subito saltato il recinto e sono entrato in acqua. L’ho tirata fuori dalla piscina e io e mio cognato abbiamo iniziato la RCP. Abbiamo quindi chiamato i 911, ma sembrava un’eternità prima che arrivassero i paramedici. Mentre respirava nella gioia, pregava che questo respiro “fosse il respiro di Dio in lei”. Ho pregato lo Spirito Santo di entrare in lei. Le sue labbra erano blu e i suoi bellissimi occhi si spalancarono. Poteva vedere le sue pupille ridursi a una velocità allarmante.’Talitha Koum’ (ragazza, ti dico, alzati). Sapevo che avevamo bisogno di un miracolo perché potevo davvero sentirla andarsene.

Sulla strada per l’ospedale pediatrico Matt chiuse gli occhi e continuò a pregare Dio: “So che è tua figlia, ma è anche mia figlia. Adesso non è il momento giusto. Una di quelle frasi che commuove il cuore di Dio e non lo lascia indifferente. All’arrivo all’area medica di emergenza, Matt ha visto il medico entrare rapidamente e sebbene la sua faccia trasmettesse negatività mentre se ne andava, ha detto a entrambi i genitori che il cuore di Joy stava ancora battendo. Era tutto quello che aveva bisogno di sentire. Era tutta la speranza che stavo cercando ”, ha detto Matt.

Penso che questa sia una bella risorsa per non perdere mai la fede nell’amore di Dio per i suoi figli. Condividi con i tuoi amici!

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO!

Se stai leggendo questo articolo, è grazie alla tua generosità e a quella di molte altre persone come te. Puoi contribuire con una piccola donazione alla crescita di Gesù è tra noi.

Rimani connesso iscriviti al canale

-

Più popolari

-

Preghiere più lette

-