giovedì - 22 Febbraio - 2024
HomeRiflessioniCome andare in Paradiso secondo la Bibbia

Come andare in Paradiso secondo la Bibbia

Come andare in Paradiso

La Bibbia, è molto chiara su come comportarsi per andare in Paradiso e non si basa su quanto sei bravo. La cruda realtà è che non tutti noi saremo in grado di entrare nel Regno dei Cieli.

Il cielo non è la destinazione finale di tutti coloro che muoiono. Nonostante ciò, un gran numero di persone crede che continueranno a dimorare eternamente con Dio una volta che si saranno allontanati da questa vita, indipendentemente dal fatto che Lo abbiano accettato o meno.

L’ottimismo di queste persone è buono, ma la realtà è diversa. Dobbiamo ricordare ciò che il Signore Gesù disse in Matteo 7:13-14Entrate per la porta stretta, poiché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa. Stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano“.

L’inferno è il nostro destino predefinito secondo ciò che la Bibbia ci insegna. Tuttavia, Gesù ha cambiato questa realtà dandoci la soluzione a quel problema e cambiando radicalmente il nostro destino.

Una volta che abbandoniamo completamente i nostri cuori al Signore e Gli chiediamo di perdonare tutti i nostri peccati, possiamo formalizzare il nostro vero ingresso nel Regno dei Cieli ed essere chiamati figli di Dio, veri cristiani.

Come andare in paradiso secondo la Bibbia?

Come andare in Paradiso

Ci siamo mai chiesti se meritiamo di andare in Paradiso? Il nostro unico merito davanti a Dio per andare in cielo è una vita che rinuncia alla propria dipendenza e si dona a Gesù, ecco come andare in Paradiso!

Una vita che viene trasformata, purificata e imbiancata dall’amore e dalla misericordia di Dio in Cristo.

Questo avviene con un processo di trasformazione del carattere per cui, donandoci a Dio, Egli cambia il male in noi e ci rende più simili a Lui.

Quando la Bibbia dice che coloro che saranno in cielo sono coloro che hanno lavato e imbiancato i loro vestiti nel sangue dell’agnello, il messaggio che comunica è che le nostre vite imperfette hanno meriti di salvezza davanti a Dio, solo quando sono presentate con i meriti di Cristo.

Chi non entrerà in cielo secondo la Bibbia?

Come ho detto prima, spetta solo a Dio decidere in ogni caso specifico quali persone andranno o meno in paradiso.

È generalmente compreso in tutta la Bibbia che coloro che non andranno in paradiso sono quelli che decidono apertamente di vivere la loro vita infrangendo i comandamenti di Dio.
I Dieci Comandamenti.

Tuttavia, la Bibbia fa diverse affermazioni in diversi versetti su alcuni gruppi di persone che non faranno parte dei redenti.

Ma fuori ci saranno i cani, quelli che praticano le arti magiche, quelli che commettono immoralità sessuale, gli assassini, gli idolatri e tutti coloro che amano e praticano le bugie. (Apocalisse 22:15)

Un altro elenco si trova nei Corinzi. Non sanno che i malvagi non erediteranno il regno di Dio? Non fatevi ingannare! Né fornicatori, né idolatri, né adulteri, né sodomiti, né pervertiti sessuali, né ladri, né avari, né ubriaconi, né calunniatori, né truffatori erediteranno il regno di Dio. (1 Corinzi 6:9-10)

Per completare l’elenco, c’è un’altra descrizione nell’Apocalisse.

“Ma per i codardi, gl’increduli, gli abominevoli, gli omicidi, i fornicatori, gli stregoni, gli idolatri e tutti i bugiardi, la loro parte sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo, che è la morte seconda”. (Apocalisse 21:8)

Come andare in Paradiso secondo la Bibbia: essere bravi non basta

Nella nostra società si presume che finché conduci una buona vita e sei una brava persona, questo sarà più che sufficiente per guadagnare il tuo ingresso in cielo. Sostengono che mentre alcune persone “cattive” meritano di essere punite, la stragrande maggioranza sono brave persone che “meritano di andare in paradiso”.

Facendo questo stiamo dicendo che l’ingresso in cielo si guadagna sulla base dei nostri meriti, su ciò che possiamo fare per noi stessi, e non per pura e semplice grazia di Dio. Contraddicendo completamente ciò che dice in Efesini 2:8-9 “Infatti è per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio. Non è in virtù di opere affinché nessuno se ne vanti”.

È solo grazie all’immensa grazia di Dio che possiamo essere salvati. Non c’è opera buona che possiamo fare che ci farà guadagnare l’ingresso in paradiso (Tito 3:5), mentre, pensare diversamente, suggerisce che l’inferno è solo per alcune persone che compiono atti malvagi, quando in realtà tutti meritiamo l’inferno (Romani 3:23).

Il peccato ci separa completamente da Dio, rompe la nostra relazione con Lui (Isaia 59:2). Dio voleva darci una via d’uscita dal problema del peccato, e lo fece attraverso Suo Figlio Gesù Cristo.

Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna“. (Giovanni 3:16)

Gesù morì sulla croce, perché era l’unico degno di pagare il prezzo richiesto al Dio per i nostri peccati. Ma non si fermò qui. Vittorioso sulla morte, Gesù risuscitò il terzo giorno sconfiggendo le conseguenze del peccato e della morte stessa.

Come andare in Paradiso secondo la Bibbia: pentirsi dei propri peccati

È solo quando Dio prende il controllo della nostra vita purificandoci da tutti i peccati che possiamo entrare in cielo. Gesù disse: “nessuno viene al Padre se non per mezzo di me” Giovanni 14:6. “In nessun altro c’è salvezza; non vi è infatti altro nome dato agli uomini sotto il cielo nel quale è stabilito che possiamo essere salvati”. (Atti 4:12)

Dio ci offre il perdono gratuito dei nostri peccati a causa del sacrificio perfetto di Cristo sulla croce del Calvario al posto nostro. Devi accettarLo come il tuo unico e sufficiente Salvatore, se vuoi andare in cielo una volta che ti allontani da questo mondo.

Per ricevere questo perdono, la prima cosa che dobbiamo fare è riconoscere i nostri peccati, che siamo peccatori e che non meritano il cielo e la grazia di Dio. Dice 1 Giovanni 1:9 “Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità”.

Dio offre a tutti noi il meraviglioso dono del perdono, della salvezza e della vita eterna. Non può essere vinta, non c’è nulla che possiamo fare per meritarla, dipende unicamente da Cristo e dal suo glorioso sacrificio sulla croce al posto nostro.

Devi credere che Gesù è morto, sepolto e risorto per te

La Bibbia dice in Giovanni 6:47: “In verità, in verità vi dico: chi crede in me ha vita eterna”. Quindi, se credi in Gesù Cristo, la Bibbia dice che hai la vita eterna, vivrai per sempre, non puoi perdere la tua salvezza, è eterna, dura per sempre. Una volta che sei salvato, quando credi in Lui, sei salvato per sempre, e non importa cosa, non perderai MAI la tua salvezza.

Anche se dovessi commettere qualche peccato orribile, Dio mi punirebbe per questo su questa terra. Se oggi esco per uccidere qualcuno, Dio si assicurerà che venga punito, andrò in prigione o, peggio ancora, la pena di morte. Qualunque cosa questo mondo abbia per punirmi, Dio farà in modo che io sia punito ancora di più, ma non andrò all’inferno. Non c’è niente che io possa fare che mi porterà all’inferno se sono salvato.

E se andassi all’inferno Dio mentirebbe, perché promise che chiunque avesse creduto in Lui avrebbe avuto la vita eterna. Ed Egli disse: “chiunque vive e crede in me, non morrà in eterno” (Giovanni 11:26). Ecco perché ci sono molti esempi di persone nella Bibbia che hanno fatto cose piuttosto cattive e sono andate in paradiso, come? Perché erano molto brave? No, era perché credevano nel Signore Gesù Cristo e i loro peccati sono stati perdonati. Altre persone che possono aver vissuto una vita migliore agli occhi del mondo, ma non credono in Cristo, dovranno andare all’inferno per essere puniti per i loro peccati.

Confida solo in Cristo come tuo Salvatore

C’era una domanda che fu posta a Cristo da uno dei suoi discepoli, e la domanda era: “Signore, sono pochi quelli che si salvano?” (Luca 13:23), è una buona domanda, giusto?

Egli disse in Matteo 7 per esempio: “Entrate per la porta stretta, poiché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa. Stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano” (Matteo 7:13-14) e poi aggiunse questo: “Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli”.

Questo perché la salvezza non è attraverso le opere. E se ti affidi alle tue opere per ottenere la salvezza, se credi di andare in cielo perché sei stato battezzato o perché credi di vivere correttamente, credi che devi osservare i comandamenti per essere salvato, credi che devi andare in chiesa, credi che devi pentirti di tutti i tuoi peccati e se hai fiducia nelle tue opere per essere salvato, allora Gesù ti dirà: “Allontanati da me, non ti ho mai incontrato”. Devi avere la massima fiducia in ciò che ha fatto, devi riporre la tua fede in ciò che Gesù ha fatto sulla croce, quando è morto per te ed è stato sepolto e risorto, questo è il tuo biglietto per il cielo.

Dio vuole che andiamo in Paradiso?

Sebbene il cielo non sia di default la nostra destinazione finale, ciò non significa che Dio non voglia averci lì. Al contrario, Egli ci aspetta a braccia aperte e spera che possiamo venire a Lui. Altrimenti, non avrebbe mandato Gesù Cristo a morire per noi.

In Giovanni 6:38 ci dice: “Perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato”. Dio desidera perdonarci dei nostri peccati, accettando Gesù come l’unico Salvatore e potendo così dimorare eternamente con Lui.

C’è un modo per noi per entrare in Paradiso, ed è attraverso Gesù Cristo. Riconoscendo che è l’unica via e confessando a Lui come Signore della nostra vita, possiamo avere libero accesso al Regno dei Cieli.

Facendo questo possiamo essere certi che Dio continua a incoraggiarci a rimanere saldi e spera di averci un giorno nelle dimore che prepara per noi.

Condividi se ti è piaciuto

Potrebbe anche interessarti

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO!

Se stai leggendo questo articolo, è grazie alla tua generosità e a quella di molte altre persone come te. Puoi contribuire con una piccola donazione alla crescita di Gesù è tra noi.

Rimani connesso iscriviti al canale

-

Più popolari

-

Preghiere più lette

-